Chardonnay

Alcune recenti scoperte della biologia molecolare hanno riscritto l’origine genetica dello Chardonnay, identificandone i genitori nel Pinot nero e nel Govais. A Carlo Magno e alla Regola Benedettina va il merito di aver ricostruito la viticoltura dell’Europa continentale e la sua diffusione sul territorio. In Italia questo vitigno è stato introdotto dapprima nel Tirolo italiano dopodiché ha timidamente iniziato a diffondesi rimuovendo quel luogo comune che vedeva le regioni calde inadatte alla coltivazione di questa varietà. Lo sviluppo della spumantistica classica ha contribuito ulteriormente alla diffusione dello chardonnay quale vitigno insostituibile per la preparazione delle basi. Nel mondo si conoscono tre tipologie di vino chardonnay che sono il risultato di diverse interazioni con l’ambiente e precise scelte enologiche.
Per molto tempo è stato confuso con il Pinot Bianco, a tal punto che in Italia la distinzione risale solo al 1974.
La sua consacrazione come vitigno per produrre vini destinati alla “presa di spuma” avviene per merito di tale Giulio Ferrari, vivaista e allora piccolo produttore di spumante che lo diffonde in Trentino presso i viticoltori della zona.

Trascina per Archivio e Contatti
MORE

Ricerca

Scrivici:

Il tuo nome (richiesto)

La tua Email (richiesto)

Oggetto

Messaggio

Contatti:

Azienda Agricola - Cantina Sbarzaglia
Via San Giuseppe, 8
48124 Villanova di Ravenna (RA)
Tel. 0544 / 499205

Seguici anche su:

- Chiudi -